03 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > Lentini

"Diamo un ..... calcio allo Stigma 2"

27-07-2011 13:11 - Lentini
Il Vice Presidente Filippo Muscio con il gagliardetto della sezione di Carlentini con alcuni soci
DIAMO UN ..... CALCIO ALLO STIGMA 2"

"Noi disabili mentali vi facciamo paura, anche noi abbiamo paura di voi"


di GS Martino Di Simo (2011)
Il 2 luglio u.s. si è svolto a Lentini "Diamo un... calcio allo stigma 2" Manifestazione già presentata l´anno passato con buon successo e organizzata dal Distretto Salute Mentale di Augusta-Lentini sotto la diretta responsabilità del dott. Rosario Pavone. C´è stata la collaborazione dell´Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa, Comune di Lentini, AIDO, Misericordia, FIGC, AIAC, LIONS INTERNATIONAL di Lentini, CONI di Siracusa, FIDAL, Sezione UNVS di Carlentini, Sezione UNVS Femminile Siciliane, dalle Associazioni Onlus "Insieme per" e "Metapiccola" e con la super visione della Dott.ssa Eliana Lo Faro.
Con l´arrivo alle ore 9,00 dei numerosi partecipanti si è aperta la Manifestazione, dove si è notata la presenza del rieletto sindaco Mangiameli, dell´Assessore al Bilancio della Provincia di Siracusa, Rino Lazzari, del Consigliere Nazionale UNVS, Nino Costantino di Reggio Calabria e del Proboviro, Martino Di Simo di Messina e di altre personalità del mondo dei disabili. Tutti quanti sono stati concordi con l´assessore Provinciale quando ha affermato che "non è più il momento della distribuzione dei contributi a pioggia, questi devono essere assegnati alle associazioni che svolgono effettivamente un lavoro di ricupero o di sostegno ai disabili andando a sensibilizzare l´opinione pubblica". Ha concluso dicendo che "non bisogna dimenticarsi di loro". Il dott. Pavone ha tenuto a sottolineare l´importanza di una giornata trascorsa all´insegna della normalità, la quale li aiuterà in maniera determinante. Il dott. Nino Costantino ha tenuto a precisare che l´UNVS è sempre a fianco di coloro, che soffrono la diversità e molte volte sono loro che ci insegnano, con la loro semplicità, le cose basilari della vita ed è per questo motivo che vede due Sezioni UNVS impegnate fortemente nel sociale.
Preso lo Stadio Comunale di Lentini ha avuto inizio la Manifestazione con la sfilata di quasi cento disabili, accompagnata dalle note dell´Inno di Mameli e dai vari vessilli delle associazioni di volontariato presenti. Purtroppo un fortissimo caldo che oltrepassava i 40° non ha permesso lo svolgimento completo dell´attività sportiva preparata, consigliando i responsabili, a tenere le persone nelle zone d´ombra, fornendoli di una grossa quantità di acqua e bevande fresche. Il procuratore per la Sicilia, Pietro Paolo Risuglia, si è attivato per ricuperare delle grosse casse di arance fresche che i presenti hanno apprezzato in modo particolare, le quali hanno dato nuove energie, fornendo loro di vitamine naturali.
Alle ore 13,30 presso il Centro di Salute Mentale di Lentini si è svolto il pranzo, dove la sezione UNVS femminile ha provveduto a preparare e servire il pranzo, mentre quella maschile, fin dalle prime ore del mattino, aveva approntato i gazebo con tavoli e sedie, per accogliere al meglio gli ospiti delle varie comunità sociali. Nonostante un caldo, quasi insopportabile, dopo il pranzo e un leggero riposo all´ombra dello stabile, alcuni si sono sbizzarriti in un improvvisato karaoke.
Alle ore 19,00 tutti quanti ci siamo trasferiti nella vicina Arena Santa Croce, dove si è svolto lo spettacolo "Tutti matti appassionatamente" a cura dei gruppi partecipanti che si sono esibiti in canzoni, brevi performance teatrali e musicali. Si è ripetuta una parte dello spettacolo presentato in occasione dell´Assemblea Nazionale dell´UNVS di Taormina, ottenendo un grande successo di applausi.
Tutti i partecipanti sono stati chiamati con i propri nomi e invitati a salire sul palco per il ritiro di una medaglia ricordo della Manifestazione. Durante questa consegna un´ospite di una struttura ha voluto prendere il microfono e dire una frase che ci deve far riflettere tutti, nessuno escluso: "Noi disabili mentali vi facciamo paura, non ci avvicinate, ma anche noi abbiamo paura di voi". Questo sta significando che nonostante le belle parole, sempre pronunciate in queste occasioni, la barriera psicologica che ci separa è sempre presente in noi tutti. Come lo sono le barriere architettoniche in tutte le città, in tutti i comuni, il disconoscere i posteggi per i disabili, parcheggiare sui marciapiedi impedendo, di fatto, il passaggio delle carrozzine per i disabili o l´impossibilità di muoversi con i mezzi pubblici quasi tutti sprovvisti delle opportune pedane per salire e scendere. Forse è da pensare che la loro disabilità la facciamo noi con il nostro comportamento e il nostro disinteresse verso queste persone.
Tutta la manifestazione si è potuta realizzare grazie all´impegno, il lavoro incondizionato da parte della signora Eliana Lo Faro, della instancabile figlia Francesca e delle socie della sezione femminile e dei soci maschi della sezione di Carlentini.
L´appuntamento è per il prossimo anno con la speranza che venga accolto l´invito di anticipare la Manifestazione al mese di Maggio per evitare una giornata così troppo calda.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account